Strategia Europea in alta quota

Strategia Europea in alta quota

EUSALP identifica la strategia che ha adottato la Commissione Europea per studiare, programmare, verificare cosa accade in una macro regione abitata da 80 milioni di persone (il 16% dei cittadini europei), che coinvolge 5 Stati dell’Unione (Austria, Francia, Germania, Italia, Slovenia) e 2 che ne sono al di fuori (Liechtenstein e Svizzera).

La macro regione è nata nel 2015 su iniziativa della Commissione Europea ed è entrata nella fase operativa nel 2016. Ora, in questi giorni, a Monaco è in programma il primo Forum annuale.

La EUSALP Strategy si focalizza su tre obiettivi principali che al loro interno hanno ben 9 azioni concrete. Il primo obiettivo è legato alle opportunità di lavoro che si possono realizzare con una regione che sviluppi adeguata competitività. Per arrivare a ciò la strategia prevede lo sviluppo di un efficace sistema di ricerca che possa far crescere il potenziale di business dei settori strategici senza dimenticare di adeguare il mercato del lavoro alle nuove necessità con training ed educazione specifica.

Il secondo obiettivo è quello di garantire un’accesso “sostenibile” entrando o uscendo dalla macro regione. Quindi promuovendo l’intermodalità del trasporto passeggeri e merci e sviluppando ancor di più la connessione digitale tra le persone grazie ad una maggior efficienza del sistema pubblico.

Il terzo, quello che è al centro del futuro più in generale del nostro pianeta: realizzare un sistema affidabile per ricavare sempre più l’energia dalle fonti rinnovabili, mantenendo e valorizzando le risorse naturali e culturali tra gli Stati che fanno parte della macro regione.

Un’azione concreta che si traduce anche in una gestione dei rischi dovuti ai cambiamenti climatici e nello sviluppo di soluzioni per l’energia del futuro che trasformino la quotidiana attenzione al modello di sviluppo di quest’area come benchmark anche per le regioni non alpine.